top of page

Pubblicità TV, il Marketing Televisivo come strategia comunicativa 

In occasione della ricorrenza della Riforma Rai uscita l'11 Aprile 1975 capiremo insieme la rivoluzionaria nascita della Pubblicità in Televisione e quanto questa abbia agevolato la notorietà e la credibilità delle Aziende.


Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche ed i benefici della Pubblicità Televisiva. 


pubblicità tv

 

Com'è nata la Pubblicità Televisiva 

Dopo la Riforma Rai del 1975, che ha introdotto il concetto di pluralismo e ha aperto il mercato televisivo italiano alla concorrenza, la Pubblicità Televisiva è diventata una componente significativa del panorama mediatico italiano.


L'aumento della concorrenza, l'evoluzione e l'imprevedibilità degli spettatori, il cambiamento e la ridefinizione dei modelli di business hanno reso la funzione del Marketing indispensabile nel disegno delle linee guida strategiche.


Era così giunta l'era del Marketing Televisivo, descritto in modo efficace, chiaro ed esaustivo da parte degli autori.


Ma perché si dice che la pubblicità in tv possa portare benefici ad un'Azienda? Vediamolo insieme.


I benefici della pubblicità in televisione 

La pubblicità televisiva è un medium visivo e audio, che permette alle aziende di trasmettere messaggi pubblicitari attraverso immagini, suoni e dialoghi. Questi elementi combinati tra loro offrono un'esperienza coinvolgente agli spettatori.


Un'importante caratteristica di questa strategia di comunicazione è sicuramente la credibilità: infatti, la presenza di un marchio o di un prodotto in televisione può conferire attendibilità all'azienda, poiché questo mezzo comunicativo è spesso associato a contenuti di alta qualità e affidabilità.


Inoltre, sebbene la televisione abbia un'ampia copertura, è possibile effettuare il targeting di specifici segmenti di pubblico attraverso la scelta di programmi televisivi o orari di trasmissione mirati. Questo consente alle aziende di raggiungere gruppi demografici specifici con messaggi pubblicitari pertinenti.


Due dei benefici che la pubblicità televisiva può portare, seguendo una strategia di marketing, sono il coinvolgimento emotivo del pubblico e la memorabilità del messaggio trasmesso


Nel primo caso abbiamo a che fare con contenuti studiati e realizzati in grado di suscitare emozioni e coinvolgere gli spettatori in modo più efficace rispetto ad altri mezzi di comunicazione, aumentando così l'impatto dei messaggi pubblicitari nel trasmettere i valori di un'Azienda.


Nel secondo caso invece, come conseguenza del primo, si avvalora la memorabilità degli annunci televisivi, poiché essi possono lasciare un'impressione duratura negli spettatori, contribuendo a creare consapevolezza e ad influenzare le decisioni d'acquisto nel lungo periodo.


La Pubblicità Televisiva in Italia con il Carosello

Come già accennato, grazie alla Riforma Rai del 1975 si hanno grandissimi cambiamenti nella televisione italiana. 


Infatti, nel 1957 arrivano le prime pubblicità anche nel mondo televisivo nazionale. Inizialmente, in Rai, le comunicazioni pubblicitarie furono riservate ad un'unica trasmissione serale antecedente programma di prima serata.



marketing televisivo


Il famosissimo Carosello consisteva in una serie di filmati (spesso sketch comici sullo stile del teatro leggero, oppure intermezzi musicali) seguiti da messaggi pubblicitari. La trasmissione però non era nata per essere solo un contenitore di pubblicità televisive: infatti, il numero di secondi dedicati allo spot televisivo erano predeterminati, come anche il numero di citazioni del nome del prodotto e il numero dei secondi da dedicare allo "spettacolo", la cui trama doveva essere di per sé estranea al prodotto.


Con il Carosello si apre una nuova fase comunicativa, che vede l'introduzione di slogan e aspetti comunicativi volti ad incuriosire lo spettatore. Questo lo permise anche la maggiore autonomia editoriale, grazie alla quale si iniziò a vedere una maggiore libertà nella selezione e nella produzione dei contenuti televisivi.


Il conosciutissimo programma ha accompagnato l'Italia negli anni del miracolo economico, in cui il consumo di massa era predominante. Sicuramente la pubblicità in televisione ha avuto il suo ruolo durante il Boom Economico, il periodo migliore per l'economia dell'intero paese.


Le migliori Pubblicità in tv - Carosello

Come spiegato sopra, l'invenzione del Carosello si deve alla decisione della Rai di istituire un nuovo format televisivo che potesse soddisfare la richiesta di nuovi spazi pubblicitari, in modo che gli spettacoli non venissero interrotti dagli spot televisivi.


Furono proprio i soggetti dei singoli spot a fare la fortuna del programma: grazie anche alla collaborazione con geniali registi, alcuni personaggi divennero addirittura più popolari dei prodotti che sponsorizzavano.


Vediamo insieme alcuni tra i più amati e indimenticabili spot che fecero la storia del Carosello.



Cynar


pubblicità televisiva

La prima serata del Carosello fu chiusa dallo spot pubblicitario della Cynar, che vede come protagonista Carlo Campanini e Tino Bianchi. Nello sketch il barman di classe si adegua alla personalità del cliente, un eccentrico prestigiatore che vuole bere qualcosa prima di andare in scena con il suo spettacolo.



Ava Bucato


spot televisivo

Con la pubblicità di Ava Bucatonasce un vero e proprio mito, ad oggi un vero e proprio simbolo per adulti e bambini: stiamo parlando proprio di lui, il famoso Calimero. 



Bialetti

l'Omino con i baffi è un altro simbolo intramontabile della pubblicità italiana, protagonista dello spot Bialetti che promuoveva la preparazione di un ottimo caffè (uno degli argomenti più cari al nostro paese).






Invernizzi


pubblicità tv

Un altro personaggio simbolico rimasto ancora oggi nel cuore di tutti gli italiani è quello di Susanna Tuttapanna protagonista di una serie di spot che pubblicizzavano il formaggio Milione. Questa figura divenne talmente celebre da essere trasformata in un vero e proprio marchio commerciale, con tanto di gadget e pupazzi a sua immagine. 

 




È evidente che con la Riforma Rai del 1975 ebbe inizio un'era per il mondo del Marketing Televisivo: questa infatti ha portato una serie di cambiamenti significativi per cui le aziende hanno iniziato a comunicare in maniera più diretta ed incisiva con il propri pubblico di riferimento. 


Per questo le aziende hanno iniziato ad investire sempre di più nella produzione di spot televisivi creativi e coinvolgenti, sfruttando il potenziale della televisione per trasmettere messaggi persuasivi e memorabili agli spettatori.





 

 Contattami ed insieme svilupperemo una strategia comunicativa ad hoc per la tua azienda secondo i tuoi obiettivi aziendali. Ti aspetto! 🫵🏻




 

 

Commenti


bottom of page